L'utilizzo dei Cookies sul nostro sito

Utilizziamo "Cookies" per garantire il migliore funzionamento del nostro sito. Se proseguite senza cambiare le impostazioni, significherà che confermate di accetare l'utilizzo Cookies nel sito Schlüter. Tuttavia, se preferite, è possibile modificare le impostazioni dei Cookies in qualsiasi momento. Altre informazioni

logo

Schlüter®-DITRA 25

Tipi di supporto per Schlüter®-DITRA 25

Schlüter®-DITRA 25 va posata su sottofondi planari, portanti, puliti e compatibili. Vanno eliminate le parti non in adesione che potrebbero compromettere la presa del collante. Correggere eventuali irregolarità nel sottofondo prima di posare Schlüter®-DITRA 25.

Calcestruzzo
Il calcestruzzo è soggetto a deformazioni legate al ritiro, che possono manifestarsi per un lungo periodo. Nel caso del calcestruzzo e del calcestruzzo precompresso possono nascere delle tensioni anche a causa della sua possibile flessione. La guaina Schlüter®-DITRA 25 è in grado di assorbire a pavimento o a parete, le tensioni che si produrrebbero tra calcestruzzo e rivestimento soprastante, consentendo così la posa della pavimentazione appena il calcestruzzo è calpestabile.

Massetti in cemento
Le norme vigenti prescrivono che i massetti in cemento debbano stagionare per almeno 28 giorni ed avere un’umidità residua inferiore al 2% CM (metodo al carburo) in volume prima di essere considerati idonei per la posa delle piastrelle. I massetti galleggianti ed i pavimenti riscaldati in particolare possono ugualmente manifestare delle deformazioni e delle crepe, in seguito a sollecitazioni meccaniche o a sbalzi termici, anche dopo il sopracitato periodo. Utilizzando Schlüter®-DITRA 25, è possibile posare la pavimentazione sul massetto in cemento appena questo è calpestabile.
Fessurazioni o deformazioni del massetto, che si possono eventualmente manifestare in un secondo tempo, vengono compensate grazie a Schlüter®-DITRA 25 e non vengono quindi trasmesse al manto ceramico.

Massetti a base di anidrite
Al momento della posa della pavimentazione i massetti a base di solfato di calcio (massetti in anidrite) non dovrebbero contenere umidità residue oltre lo 0,5% CM (metodo al carburo) in volume. L’uso di Schlüter®-DITRA 25 consente di posare il pavimento già da un’umidità residua inferiore al 2% CM.
Se necessario, preparare la superficie del massetto a regola d’arte, eseguendo le prescrizioni del produttore (levigatura, mano di fondo).
Schlüter®-DITRA 25 può essere posata utilizzando normale adesivo a presa idraulica o altro adesivo idoneo per il sottofondo.
Il massetto anidritico è molto sensibile all’umidità; Schlüter®-DITRA 25 lo protegge da eventuale umidità che potrebbe penetrare dalla superficie del pavimento. E’ tuttavia da tenere in considerazione il possibile impatto di eventuale umidità di risalita.

Massetti riscaldati
Schlüter®-DITRA 25 può essere applicata anche su massetti riscaldati, sempre rispettando le avvertenze sopra indicate (cemento, anidrite). Utilizzando Schlüter®-DITRA 25, è possibile accendere il riscaldamento a pavimento già dopo solo 7 giorni dalla sua ultimazione. Accendendo l’impianto con una temperatura di mandata di 25 °C, è possibile aumentarla al massimo di 5 °C al giorno sino al raggiungimento della temperatura massima di esercizio. I canali d’aria, dei quali è provvista, garantiscono una rapida ed uniforme diffusione del calore al di sotto del pavimento.
Particolarmente indicato è il nostro sistema di riscaldamento a pavimento termoclimatizzato Schlüter®-BEKOTEC-THERM.
Schlüter®-DITRA 25 è consigliato come separatore anche per riscaldamenti a pavimento con pannelli riscaldanti elettrici e può essere in questo caso applicato sia sopra che sotto i pannelli; il miglior risultato di separazione si ottiene comunque posandola sopra i pannelli.
Per il collocamento di cavi scaldanti elettrici inerenti al sistema è stato sviluppata una particolare guaina di separazione, denominata Schlüter®-DITRA-HEAT, che può essere utilizzata per realizzare un sistema di riscaldamento elettrico per pareti e pavimenti. Per ulteriori dettagli consultare la relativa scheda tecnica 6.4.

Sistemi di sottofondo a secco
Rispettando le prescrizioni dei relativi produttori di sistemi di massetto a secco è possibile posare ceramica senza alcun limite massimo di formato con l’intraposizione della guaina Schlüter®-DITRA 25.

Strutture in muratura / opere murarie miste
La guaina Schlüter®-DITRA 25 può essere posata su murature in mattoni e laterizio, arenaria calcarea, pietre a base di cemento, calcestruzzo poroso o materiali analoghi, previa rasatura delle irregolaritá. In caso di risanamento, ristrutturazione ed ampliamento di edifici esistenti, si presentano spesso supporti di materiali diversi (opere murarie miste), che conducono alla formazione di crepe lungo le superfici di contatto tra le stesse in seguito ad un diverso comportamento alle varie sollecitazioni. La guaina Schlüter®-DITRA 25 impedisce che le sollecitazioni e le crepe che ne derivano si ripercuotano sul rivestimento soprastante.

Intonaci in gesso
Prima della posa del rivestimento i supporti in gesso devono essere asciutti e la loro superficie deve essere stata precedentemente trattata con apposito prodotto. La guaina Schlüter®-DITRA 25 può essere incollata utilizzando un collante a presa idraulica o altro collante adatto al supporto.

Balconi
Schlüter®-DITRA 25, con la funzione di separazione, compensa le tensioni che nascono tra il sottofondo ed il pavimento a causa delle elevate e frequenti escursioni termiche alle quali sono sottoposte le superfici in esterno. Inoltre, in caso di balconi o di terrazze a contatto terra, Schlüter®-DITRA 25 posto sotto manto ceramico, può fungere come unico sistema d’impermeabilizzazione (attenersi alle avvertenze sull’impermeabilizzazione). Il sottofondo (calcestruzzo, massetto) deve avere un’adeguata pendenza. Nel caso di lavori di ripristino il pavimento esistente può essere mantenuto ed utilizzato come supporto, se ancora sufficientemente ancorato ed in pendenza idonea. Prima della posa della guaina Schlüter®-DITRA 25 vanno rimosse le parti non sufficientemente in adesione. Eventuali vuoti ed una non corretta pendenza vanno ripristinati con malte idonee per questo utilizzo.
Con pavimentazioni di formato ≥ 30x30 cm si consiglia l’impiego di Schlüter®-DITRA-DRAIN (vd.scheda tec. 6.2)

Terrazze sopra vani / “coperture piane”
Nel caso di tetti terrazzati situati al di sopra di vani (abitati, di servizio o altri), è sempre necessario realizzare una “Copertura Piana”, seguendo le norme vigenti in materia (in Italia UNI 8627 etc.) ed eventuali regole di buona pratica.
Questa tipologia costruttiva prevede sempre la realizzazione di un “Elemento di Tenuta” in pendenza ai sensi della norma sopra citata. Precedentemente, dove è da attendersi una differenza di temperatura fra esterno ed interno, è da installare a regolare d’arte una barriera al vapore, già in pendenza, sulla quale posare un pannello isolante termico correttamente dimensionato.
Sopra l’Elemento di Tenuta viene applicato il sistema di drenaggio e di protezione (Schlüter®-TROBA o Schlüter®-TROBA-PLUS).
Prima della posa del pavimento posare un massetto per la ripartizione del carico. Sulla superficie del massetto si posa a colla Schlüter®-DITRA 25 per separare il pavimento dal massetto e per proteggere il massetto dall’umidità. Schlüter®-DITRA 25 in questo caso funge principalmente da guaina di separazione e neutralizza le tensioni che si formano frequentemente tra il sottofondo e il pavimento in seguito alle notevoli escursioni termiche che si manifestano sulle terrazze. Con pavimentazioni di formato ≥ 30x30 cm si consiglia l’impiego di Schlüter®-DITRA-DRAIN (scheda tecnica 6.2)

Pavimenti in materiale sintetico
La superficie deve essere portante e realizzata in modo tale che vi possa aderire l’adesivo idoneo per il fissaggio della guaina Schlüter®-DITRA 25.
Verificare che l’adesivo sia compatibile con il sottofondo e con Schlüter®-DITRA 25.

Compensato e truciolare
Questi materiali sono soggetti a deformazioni, in particolare per effetto dell’umidità (anche quella dell’aria); si consiglia pertanto di utilizzare pannelli in compensato o truciolare pre-trattato con sostanze che inibiscono l’assorbimento di umidità. Tuttavia, normalmente, questi pannelli sono impiegati come supporto solo all’interno, sia alle pareti che a pavimento e devono avere uno spessore tale da garantire una sufficiente stabilitá. Dopo averli posati tra loro grazie agli appositi incastri maschio / femmina, è necessario anche mettere dei tasselli ad una distanza adeguata. E’ indispensabile lasciare uno spazio perimetrale di circa 10 mm tra pannelli ed elementi strutturali adiacenti. I movimenti differenziali tra rivestimento ceramico e pannello vengono compensati da Schlüter®-DITRA 25. Schlüter®-DITRA 25 impedisce, inoltre, la penetrazione dell’umidità.

Pavimenti in legno
In linea di principio è possibile posare un pavimento in ceramica direttamente su un supporto in legno, a condizione che quest’ultimo sia sufficientemente portante e con incastri maschio / femmina. Prima di procedere alla posa di Schlüter®-DITRA 25, bisogna verificare che il supporto in legno abbia la corretta umidità. In questo tipo di applicazione ha dato ottimi risultati l’utilizzo di pannelli supplementari in truciolare o in compensato. Si raccomanda di rasare le irregolarità del supporto con appositi prodotti livellanti prima della posa di questi pannelli.

Asfalto
Schlüter®-DITRA 25 consente di posare pavimenti in ceramica in ambienti interni su massetti d’asfalto non riscaldati. Le superfici devono essere sabbiate oppure comunque realizzate in modo da garantire un’aderenza sufficiente per incollare Schlüter®-DITRA 25.


Contattaci:

Schlüter-Systems Italia S.r.l.
Via Bucciardi 31/33
41042 Fiorano Modenese (MO)

Tel.: +39 0536 914511
Fax: +39 0536 911156
Mail: info@schlueter.it

image

Scrivici!

Hai domande o suggerimenti?

Informazioni

Qui puoi trovare importanti informazioni aggiuntive sui nostri prodotti e sulle varianti disponibili.

Legenda "Prodotti"

Per avere un layout chiaro ed omogeneo delle tabelle usiamo i seguenti simboli e abbreviazioni:

image image

= nuovi prodotti

= Lavorazione speciale per curvatura    

 

Dimensioni:
H = Altezza
L = Lunghezza
B = Larghezza


Descrizioni degli imballaggi:
Pal. = europallet 
cassa = cassa
conf. = confezione (Per tutti i tipi di profili la confezione è composta da 10 pezzi.)
crt = cartone
r = rotolo
pz = pezzo